Come configurare Contact Form 7

Torna a Blog

Come configurare Contact Form 7

Uno dei plugin essenziali di WordPress è sicuramente Contact Form 7, un plugin in grado di gestire più moduli di contatto, altamente personalizzabile e flessibile.

Molti temi WordPress in vendita, lo includono nella lista dei plugin consigliati oppure in quelli obbligatori per il corretto funzionamento del tema stesso.

E’ integrabile con altri plugin come Mailchimp, Google Analytics, Paypal e Stripe e molti altri. La configurazione del plugin e dei moduli contatti non è complicata e in questo articolo ci occuperemo di come configurarlo.

CREAZIONE DI UN MODULO DI CONTATTO

Dopo l’installazione e l’attivaizone del plugin, reperibile alla pagina “Aggiungi Nuovo” della voce del menu admin di Worpdress, basterà cliccare sulla voce del menu admin “Contatti” per accedere alla configurazione dei form. Cliccando su “Aggiungi Nuovo” inizieremo la creazione di un nuovo contact form.
Comparirà a questo punto la pagina di configurazione del nuovo contact form.
Il nuovo form avrà già di default le impostazioni e i campi principali, cliccando su “salva”, il plugin assegnerà automaticamente un id univoco sotto forma di shortcode che poi basterà inserire nella pagina di WordPress desiderata per rendere visibile.

Sopra alla textarea sono presenti dei pulsanti che servono ad inserire gli elementi che compongono il form, vengono inseriti nella textarea sotto forma di shortcode.
Una volta inserito il nome del form quindi, possiamo procedere alla configurazione e personalizzazione dei campi.

 

Ogni “label” contiene il nome del campo e lo shortcode relativo ad esso.
Noi possiamo modificare il testo all’interno del tag e cambiare lo shortcode a nostro piacimento, scegliendo tra quelli presenti nei pulsanti sopra alla textarea.
Il campo può essere contrassegnato come obbligatorio semplicemente inserendo l’asterisco all’interno dello shortcode o mettendo la spunta su “Campo Richiesto” nell’apposito menù di creazione del nuovo tag.
L’inserimento del tag non crea la <label> che dovremo inserire noi.

CONFIGURAZIONE MAIL

Dopo aver inserito i tag che ci interessano, passiamo alla configurazione della scheda MAIL.

In questa parte configureremo i campi che vogliamo far visualizzare nella mail che riceverà il destinatario del form.
Qui troviamo i seguenti campi:

 

  • A : Tutti i moduli di contatto arriveranno a questa e-mail
  • DA : L’intestazione del mittente, in genere si mette il nome del sito.
  • OGGETTO : Basta lasciare lo shortcode [your-subject] ma si può inserire del testo prima della tag a nostro piacimento.
  • INTESTAZIONI ADDIZIONALI : qui si deve inserire lo shortcode della email del mittente in modo da attivare il reply-to in fase di risposta. E’ anche possibile inserirvi ulteriori email, da utilizzare nel caso ad esempio, si voglia ricevere su un’altra email la risposta inviata.
  • CORPO DEL MESSAGGIO : Le informazioni che si riceveranno nella mail, da chi proviene, (nome ed email), l’oggetto, ecc.

Posso inserire qui a mio piacimento eventuali altri tag.

 

ERRORI COMUNI

Spesso capita che il form abbia uno o più errori di configurazione, andiamo a vedere quali sono e come correggerli.

Normalmente gli errori appaiono nel campo “Da”, “Oggetto” e “Intestazioni addizionali”.

 

Campo Da:Sender email address does not belong to the site domain”

La mail deve avere come estensione il nome del dominio (es: [email protected]).

Per permettere che funzioni, è sufficiente anche il valore di default: [email protected], ma se desiderate ricevere delle e-mail di risposta da quell’indirizzo specificato nel campo, è bene che lo stesso sia reale e non fittizio.

 

Campo Oggetto:  Se si fosse omesso di mettere la spunta su obbligatorio nell’oggetto, potrebbe accadere che questo campo sia vuoto, generando un errore. Per ovviare al problema basterà inserire lo shortcode dell’oggetto “[your-subject]”, meglio ancora se preceduto da una stringa che lo identifichi nella mail come “Oggetto” per esempio.


 

 

Intestazioni Addizionali: Si può lasciare vuoto, inserire la mail del mittente, oppure più di una mail separate da una virgola nel caso si vogliano ricevere i moduli di contatto su più caselle.

MESSAGGI

 

Questa parte è dedicata ai vari messaggi che compaiono nelle varie situazioni, messaggi di conferma, di errore e alert.

 

IMPOSTAZIONI AGGIUNTIVE

Si possono inserire ulteriori regole e funzioni, come fare il redirect ad una pagina “Thank you” dopo l’invio del form, oppure configurare il salvataggio dei messaggi inviati dal contact form tramite il plugin “Flamingo” che salva nel Database i messaggi”, oppure attivare la modalità demo per i test.

Condividi questo post

Torna a Blog