Supershopper: chi sono e come si comportano i nuovi consumatori mobile

Supershopper: chi sono e come si comportano i nuovi consumatori mobile

Per Supeshopper si intende una nuova categoria di utenti mobile, sempre alla ricerca di nuovi brand effettuando ricerche via smartphone. Questa categoria di utenti è costantemente alla ricerca del miglior acquisto ed è quindi disposta a rivolgersi a nuovi venditori.

Solo dicendo questo, si intuisce l’importanza del ruolo che i supershopper possono ricoprire in questo periodo di acquisti natalizi. Ma per “approfittare” delle ampie prospettive che si aprono, occorre capire esattamente come si comportano.

In un’indagine, Google ha individuato i momenti chiave dello shopping online e gli elementi che influenzano di più i supershopper.

Il processo di acquisto di un supershopper nel periodo natalizio, inizia con la ricerca di un’idea generale, una panoramica, in cui il brand che emergerà sarà quello capace di apparire nelle ricerche legate genericamente ai prodotti o al bisogno che soddisfano. Ciò significa che un supershopper, nella ricerca del regalo perfetto per la propria sorella, in cerca del lampo di genio, “chiederà a Google” qualcosa come “regalo Natale per sorella”. Google quindi restituirà risultati di carattere generale, come ad esempio vari articoli di vari blog che parlano dell’argomento o del prodotto.

A questo punto, l’ispirazione comincia a concretizzarsi: l’abbondanza di informazioni a portata di click, porta i supershopper ad approfondire i risultati; ma non si fermeranno una volta trovato il prodotto desiderato, continueranno a cercare il meglio. Basta così? No. I supershopper non vogliono solo il meglio, vogliono regali personalizzati. Le ricerche mobili associate a “regali unici” sono cresciute in maniera impressionante, arrivando a toccare il +65%.

I supershopper possono spendere molto tempo in un e-commerce, ma questo non si traduce necessariamente in un acquisto. Per questo motivo, diventa fondamentale adottare iniziative di remarketing in modo che gli utenti possano trovare facilmente un sito e riprendere il processo di acquisto.

Come si sarà compreso, il cuore dei supershopper risiede nei loro smartphone: le ricerche e gli approfondimenti vengono fatti durante i momenti di pausa e persino prima di effettuare un acquisto. Anche quando si tratta di fare un acquisto presso un negozio fisico, il discorso non cambia: la ricerca di Google evidenzia come bel il 60% degli utenti, effettui ricerche in internet per ispirarsi prima di recarsi in un negozio e bel il 70% di questi, cambi idea sul luogo presso il quale effettuerà l’acquisto. Non solo: il 76% degli utenti visita un negozio nell’arco di un giorno successivo alla ricerca e il 28% di questi effettua l’acquisto.

E’ bene quindi intercettare questo nuovo tipo di consumatori, durante i momenti più significativi: quando cercano idee e quando cercano conferme. Come? Avere, per esempio, un blog aziendale, sempre aggiornato ed interessante rappresenta una mossa fondamentale.

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *