Facebook: Pagina o Profilo? Questo è il dilemma

Facebook: Pagina o Profilo? Questo è il dilemma

Il dilemma è di quelli che fa un pò arrabbiare ogni Socialmedia Manager serio: per un’azienda è meglio un profilo o una pagina?

La risposta scontata è “Pagina ovviamente!” ma la questione è tutt’altro che banale. Un pò per mancanza di tempo, un pò per mancanza di competenze o denaro, infatti, su facebook pullulano profili con nomi aziendali che ogni giorno si svegliano e non sanno che devono correre più forte del social per non farsi cancellare dall’oggi al domani.

Un profilo Facebook è personale, è concepito cioè per utenti privati, per condividere le proprie foto, idee e opinioni con i propri amici. Le Pagine invece offrono tutta una serie di opzioni specifiche per le organizzazioni.

Alla base delle motivazioni che spingono i piccoli imprenditori verso questa scelta, vi è anche la credenza che un profilo possa ottenere più contatti poichè un’amicizia non si nega a nessuno, mentre un “mi piace” è molto più selettivo, rappresenta quasi una presa di posizione. Si tratta di una delle stranezze di Facebook.

Oltretutto un profilo non possiede molte delle funzionalità indispensabili a un’azienda come il monitoraggio dell’attività e la possibilità di sponsorizzazioni synthroid online.

Vediamo in dettaglio le differenze tra le due ‘opzioni’:

  • Numero massimo contatti – Potenzialmente infinito per una pagina, 5000 per un profilo
  • Accettazione manuale contatti – Non prevista per una pagina, prevista per un profilo
  • Monitoraggio attività (insights) – Disponibile per una pagina, non disponibile per un profilo
  • Possibilità di far taggare i contatti presso la propria attività (Geo tagging) – Disponibile per una pagina, non disponibile per un profilo
  • Possibilità di promozione all’interno di Facebook (Facebook ADS) – Disponibile per una pagina, non disponibile per un profilo
  • Conformità al regolamento di Facebook – Conforme la pagina, non conforme il profilo
  • Rischio di allontanare i contatti con pratiche fastidiose – Basso per una pagina, alto per un profilo
  • Rischio di essere segnalati come spammer e sospensione dell’account – Basso per una pagina, alto per un profilo
  • Indicizzazione contenuti nei motori di ricerca – Contenuti indicizzati per una pagina, non indicizzati per un profilo

Come si evince dall’elenco non si tratta di differenze di poco conto, ma piuttosto di differenze vitali.

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *