Facebook e il nuovo algoritmo: precedenza ai post di parenti e amici

Facebook e il nuovo algoritmo: precedenza ai post di parenti e amici

Importanti cambiamenti in casa Facebook: Zuckerberg annuncia nuove regole nell’algoritmo della sua “creatura”. E’ notizia fresca fresca che la bacheca del social network più frequentato, privilegerà i post di amici e parenti, a discapito di quelli delle pagine aziendali.

«Usare i social media per connetterci con le persone alle quali teniamo può essere positivo per il nostro benessere» ha dichiaranto infatti Mark Zuckerberg, «Possiamo sentirci più uniti e meno soli e questo risulta in correlazione sul lungo termine con il grado di felicità e di salute. Dall’altro lato, leggere passivamente o guardare video, anche se sono di intrattenimento o informativi, può non essere così positivo».

Tutto questo, presumibilmente, sta a accadendo per far fronte ad un sempre maggiore abbandono della piattaforma da parte degli utenti, specialmente di quelli più giovani, i millenials. Le persone infatti, stanno perdendo fiducia nel social network a causa dei troppi errori commessi nel corso degli anni: scarsa offerta di contenuti interessanti, continuo riciclo di vecchie iniziative (per esempio i ricordi, anniversari di amicizie e video che riassumono l’anno), l’impossibilità di amplificare i contenuti se non a pagamento. Tutto ciò, contribuisce a creare la sensazione di entrare in una piattaforma poco più ampia del pianerottolo di casa. Meglio allora dirottare su altre piattaforme, come ad esempio Instagram, dove è possibile godere davvero di quel “quarto d’ora di celebrità”.

Le pagine aziendali a questo punto che fine faranno? E’ inevitabile che un tale cambiamento ha come diretta conseguenza una diminuzione della reach, del tempo di visione dei video e in generale del traffico referral per le pagine pubbliche.

Big F però, segnala una possibile via da percorrere per chi gestisce pagine aziendali: siccome ad essere privilegiati saranno i contenuti che generano maggiore interazione, viene consigliato di preferire i video live e i contenuti che suscitano discussione tra gli utenti.

Un cambiamento che farà allontanare ancora di più gli utenti a Facebook? Staremo a vedere, per il momento quello che è certo, è che la vita di una piccola azienda senza grossi budget da spendere in promozione è sempre più dura.

 

 

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *